Cookie

#RealTrade: Le stranezze del mercato

#RealTrade: Le stranezze del mercato

Facciamo un esempio pratico di quanto sia difficilmente leggibile, seguendo la logica, capire o addirittura anticipare l’andamento del mercato.

Se avessimo chiesto a qualunque Trader, nel mese di dicembre 2016 dove avrebbe visto il mercato a fine Aprile 2017, il 90% avrebbe ipotizzato un ribasso importante visti gli accadimenti degli ultimi 5 mesi.

Analizziamo i fatti:

  • Referendum costituzionale di Renzi ai primi di dicembre 2016, la stampa aveva previsto in caso di vittoria dei “no” un calo importante del mercato; la realtà a visto la vittoria dei “no” ed un netto rialzo del mercato.
  • Elezioni Americane, i media sostengono che una vittoria di Trump porterebbe ad un crollo dei mercati in tutto il mondo. Trump vince e l’America supera i massimi storici.
  • Da 5 mesi si susseguono attentati terroristici in tutto il mondo, nonostante le previsioni i mercati continuano a salire.
  • Trump dichiara che l’America non interverrà più nelle zone calde dei conflitti che non la riguardano da vicino e poi attacca improvvisamente la Siria. Anche in questo caso i mercati vanno contro ogni previsione e continuano a salire.
  • La Corea del Nord dichiara che cancellerà l’America dalla faccia della terra, sfida Trump sui test missilistici, vicini ad un conflitto epocale … i mercati non se ne curano.
  • I numeri economici in Europa sono ancora vicini allo “0”, nonostante il QE che è destinato a finire con il tempo. I mercati prescindono.
  • In America i tassi di interesse iniziano ad alzarsi e si ipotizza che ci saranno almeno altri due rialzi nel corso dell’anno. I mercati festeggiano.
  • In Italia il governo vacilla, in Francia e Le Pen arriva al ballottaggio. I mercati segnano +5%.

Chiaramente a posteriori tutti sono in grado di dire che era prevedibile.

La realtà è che il mercato finanziario ha vita propria, è manovrato da fondi che muovono immense quantità di denaro e spostano a loro piacimento ed interesse l’andamento dello stesso.

Da questo esempio ricaviamo un insegnamento importante:

Segui il mercato e non ciò che la logica ti fa pensare!

Probabilmente, considerando che è molto difficile che l’anno si chiuda a +50%, ci sarà un momento, non sappiamo quando, in cui un avvenimento, una notizia porterà ad uno storno importante. (Si sale con le scale e si scende con l’ascensore), e tutti diranno “IO L’AVEVO DETTO”.

Fabio Cavallaro

#RealTrade – I Trader oggi guadagnano?

“UN BAMBINO SENZA ESPERIENZA HA PERFORMANCE MIGLIORI DI UN TRADER ABITUALE”

Voglio invitarvi a leggere un articolo che riporta uno studio attento e autorevole circa le performance giornaliere disastrose dei Trader operativi.
Vi faccio un esempio a me caro che vi aiuterà a comprendere meglio l’articolo che segue.

Se diamo un mouse ad un bambino di 10 anni che non conosce il mercato e non ha mai operato, e lo mettiamo davanti al Pc chiedendogli di giocare con gli investimenti, ci accorgeremo che, cliccando a caso avrà il 50% di possibilità di guadagnare come di perdere. (Se compra un titolo o un indice e questo sale guadagna, se scende perde).
Un Trader abituale, che fa queste operazioni quotidianamente ha invece in media una performance del 85/90% di perdita.
Con questo dato alla mano  è inevitabile farsi delle domande e cercare delle risposte.
Chi opera abitualmente sui mercati è influenzato oltre che dalla propria esperienza da:

  • segnali di analisi tecnica, che si crea autonomamente o compra da altri.
  • stress emotivo dato dall’operatività che ognuno regge a seconda della propria soglia.

Da questa semplice disamina dei fatti, emerge chiaramente il motivo per il quale un bambino privo di influenze ha maggiori possibilità di riuscita di un Trader professionista. Il bambino clicca senza pensare e senza affidarsi a livelli da tutti conosciuti ed utilizzati, il Trader segue comportamenti psicologici e livelli operativi conosciuti da chi fa il mercato, rendendosi visibile e vulnerabile. E’ provato che un Trader ha performance migliori se lavora su denaro altrui; in questo caso la propria finanza comportamentale si sterilizza e diminuisce molto l’ansia da “possibile perdita”.
Ovviamente non è sufficiente prescindere dall’analisi tecnica e dal proprio pensiero per avere dei buoni risultati e guadagnare, è necessario infatti, a mio avviso, aggiungere altre due componenti:

  • la conoscenza approfondita di uno strumento
  • l’ obbligo di darsi delle procedure inderogabili.

Da queste considerazioni nasce il mio metodo: il metodo Cavallaro

Buona lettura

Leggi qui